Lo Statuto PDF Stampa E-mail

Norme fondamentali

(Sede)

L’Associazione ha sede legale in Dalmine - 24044 - (Bergamo) – Via Dall’Ovo n° 2.

(Scopo)

L’Associazione è apartitica e non ha fini di lucro ed intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel settore della tutela, promozione e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico di cui alla Legge 1° giugno 1939 n° 1089 e seguenti, ivi comprese le biblioteche ed i beni di cui al D.P.R. 30 settembre 1963 n° 1409 e seguenti. A tal fine, in modo particolare, l’Associazione intende svolgere le attività di:

  • raccolta, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio storico tramandato dalle famiglie Poletti de Chaurand e Dall’Ovo, composto da libri, manoscritti, carteggi, carte geografiche, documenti ed altri beni mobili di particolare interesse storico, culturale ed artistico così come sancito dal Decreto della Regione Lombardia – Direzione Generale Culture, Identità e Autonomie della Lombardia – n° 5899 del 4 giugno 2007;
  • promozione e sostenimento di ogni tipo di progetto finalizzato alla conoscenza del patrimonio storico, artistico e culturale tramandato dalle famiglie Poletti de Chaurand e Dall’Ovo, anche mediante predisposizione di materiale informativo e/o editoriale;
  • organizzazione, anche in collaborazione con altri enti ed associazioni, di manifestazioni, quali incontri, mostre ed esposizioni, al fine di coinvolgere e sensibilizzare la comunità sull’importanza di preservare patrimoni storici, artistici e culturali di rilevante interesse;
  • raccogliere fondi per il sostenimento di iniziative promosse direttamente dall’Associazione o in compartecipazione con altri enti ed associazioni aventi i medesimi scopi.


Associati

(Generalità)

Possono essere associati tutti coloro, persone fisiche, giuridiche, associazioni ed enti che ne condividono gli scopi.

Organi

(Generalità)

Sono organi dell’Associazione:

  1. l’Assemblea degli associati;
  2. il Consiglio direttivo;
  3. i Revisori dei conti qualora previsti per legge.

Il consiglio direttivo nomina al suo interno un presidente e un vice presidente.Il presidente e, in sua assenza od impedimento, il vice presidente, rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, cura l’esecuzione dei deliberati dell’Assemblea e del Consiglio direttivo e nei casi di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio direttivo, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione.